top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreMarina Morelli

3 ottobre Panagiotis e Thanassis

Li ho visti da lontano mentre passeggiavo sulla spiaggia. Stavano tentando di uscire da una buca di sabbia col trattore ma le ruote posteriori erano affondate per quasi la metà e vedevo una delle due anteriori girare a vuoto sollevata dal suolo. Panos (diminutivo di Panagiotis) alla guida accelerava e le ruote si affossavano sempre più. Thanassis cercava di caricare con il suo peso la parte anteriore affinché le ruote potessero far presa ma un trattore è pesante! Li ho guardati combattere per diversi minuti. Mentre mi avvicinavo ho notato due ciocchi lasciati dal mare sulla spiaggia, li ho presi, ho raggiunto i due uomini sudati ma non scoraggiati che tentavano e ritentavano ostinatamente e dopo averli salutati ho messo i ciocchi sotto le ruote anteriori del trattore. Panos mi ha rivolto uno sguardo scettico e mi ha detto che era inutile. È sceso con la pala ed ha scavato un po’ intorno alle ruote affossate poi è salito ed ha riprovato. Le ruote posteriori slittavano su un grosso masso liscio sotto la sabbia allora gli ho chiesto di fermarsi ed ho messo i due giochi sotto le ruote posteriori appena lasciata la frizione il trattore è uscito dalla buca senza fatica. Loro troppo orgogliosi per riconoscere la validità della soluzione mi hanno rivolto un sincero ringraziamento ed augurato una buona giornata, altrettanto ho fatto io.

Quello che mi piace nell’aiutare le persone e che penso che loro presto rimetteranno in circolo questo bene oppure forse lo avevano già fatto prima di incontrare me ma quello che voglio dire è che il bene gira. Mettiamone in circolo tanto e miglioriamo la vita del nostro prossimo e magari la catena di buone azioni partita da un paesino di Corfù può darsi che arrivi ad aiutare una persona in difficoltà dall’altra parte del mondo.



4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

27 settembre

Comments


bottom of page